Donare denaro a sostegno della cultura con l'Art Bonus

Donare denaro a sostegno della cultura con l'Art Bonus

Il Decreto legge 31/05/2014, n. 83, nell'ambito delle disposizioni urgenti per la tutela del patrimonio culturale, lo sviluppo della cultura e il rilancio del turismo, ha introdotto l'Art Bonus: un credito di imposta per favorire le erogazioni liberali a sostegno della cultura.

Le erogazioni liberali sono somme o beni concessi da un donatore a un ente senza richiedere alcuna contro-prestazione.

L'Art Bonus è un regime fiscale agevolato e temporaneo, sotto forma di credito di imposta, pari al 65% delle erogazioni effettuate nel 2014 e nel 2015 e al 50% delle erogazioni effettuate nel 2016, in favore delle persone fisiche e giuridiche che effettuano erogazioni liberali in denaro per interventi a favore della cultura e dello spettacolo.

Per usufruire del credito di imposta, le erogazioni liberali devono essere effettuate esclusivamente in denaro e perseguire questi scopi:

  • interventi di manutenzione, protezione e restauro di beni culturali pubblici
  • sostegno degli istituti e dei luoghi della cultura di appartenenza pubblica (musei, biblioteche, archivi, aree e parchi archeologici, complessi monumentali)
  • realizzazione di nuove strutture, restauro e potenziamento di quelle esistenti, delle fondazioni lirico-sinfoniche o di enti o istituzioni pubbliche che, senza scopo di lucro, svolgono esclusivamente attività nello spettacolo.

Per ulteriori informazioni, consulta il sito del Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo

Puoi trovare questa pagina in

Aree tematiche: Cultura e tempo libero
Io sono: Imprenditore
Ultimo aggiornamento: 21/11/2019 14:11.56